Home

Il ristorante, dal sapore tipicamente locale, anche quest’anno è annoverato nella famosa Guida Michelin (lo è dal 2007) e la sua cucina è seguita dallo Chef Iacono Calogero fin dalla prima gestione. Dopo aver lavorato in varie cucine in giro per il mondo, dalle Maldive alla Grecia, alla Tunisia, si è fermato a Maranello. E qui crea da oltre 5 anni.
Fiore all’occhiello è l’attenzione alle materie prime e alla loro stagionalità. Questo fa della Locanda del Mulino un ottimo luogo dove cenare tutto l’anno, assaporando la fragranza dei sapori.

Cosa si mangia

Cucina tipica modenese, della tradizione del territorio e piatti del patrimonio del gusto italiano.
Il tutto seguendo una logica di ricerca stagionale delle materie prime.
Da non perdere le crescentine con gli affettati, i formaggi e la cacciatora di coniglio.

Cosa si beve

La cantina de La Locanda del Mulino comprende circa 150 referenze, con una buona selezione di vini della zona e con etichette appartenenti a tutte le regioni d’Italia.
L’attenzione è rivolta in modo particolare ai piccoli produttori di vino, attenti alla qualità.